Uomini e no

Io ho sempre avuto un gran rispetto per gli alpini. Basterebbe leggere qualche diario o qualche cronaca dalla ritirata di Russia per vedere quale umanità e quale forza hanno messo in gioco in uno dei più folli e insensati massacri della storia moderna.

Io ho sempre schifato la Russa, che continua a parlare di una guerra (terribilmente vera) combattuta al soldo di venditori di fumo e petrolio come se fosse una gita turistica in un villaggio vacanze. La “missione di pace”, le immagini di soldati e bambini che ridono, l’iconografia falsata ad arte che racconta di un popolo che sarebbe contento e felice di averci tra i piedi.

Ed è sulle ali di questa propaganda fascista e becera che i soldati muoiono, centrati da un cecchino che arriva a poche centinaia di metri dalle basi militari, che prende con tutta calma la mira. E uccide.

Quello che resta è un’altra bara, ritornata da una guerra che nella loro pochezza i vari la Russa non hanno neanche il coraggio di chiamare col suo nome.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: