Rai irae!

Parcondicio, campagna elettorale, candidati, liste. Insomma: politica, o meglio, politici. Poi Giovanardi che maledice (strano, di solito sono così obiettivi…) la puntata di Annozero sulla droga che prendeva spunto dal “caso Morgan”. Una puntata che ha affrontato il problema da differenti punti di vista, non direttamente politici (cioè senza bravi o cattivi interpreti politici del problema), ma sociali, culturali, umani…

Credo che le parole di Giovanardi abbiano tracciato il solco che ha poi fatto germinare questo ennesimo editto illiberale e dittatoriale. Poichè, in questo periodo storico più che in altri, i politici (e non la politica) cavalcano a sprone battuto il peggio che attanaglia come l’Italia molti altri paesi: droga, prostituzione, sciacallaggio, disprezzo delle regole democratiche, mafia e mafie, reati vari contro lo Stato e le persone. Di qualunque di queste cose si parlasse in un talk-show non politico, alla gente arriverebbe l’eco di fatti legati a ministri, sottosegretari, Premier o semplici portaborse. Quindi non basta ordinare di smettere di parlare di politica e dei politici. Bisogna smettere di parlare di tutti quei malcostumi o di quelle piaghe in cui potrebbero essere coinvolti i politici. Ergo…

bisogna smettere di parlare di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: