Buonasera, dottore…

Bertolaso? Una vittima preso per il culo da cattivissimi imprenditori. Gianni Letta? Una vittima a cui avrebbero taciuto ogni magagna. Berlusconi? La vittima per eccellenza (di se stesso?) che in un pezzo in linea con la filosofia del Partito dell’Amore spara a zero sulla Magistratura e poi dichiara: “Mi vogliono fare fuori… anche fisicamente… mi aspettano all’angolo della strada…”

Insomma un gregge di agnelli sacrificali: vuoi vedere che gli unici stronzi in tutta questa faccenda sono gli abitanti dell’Aquila??

Quando essere nella città devastata era un viatico per l’immortalità politica c’era la fila per presenziare: era tutto uno sgomitarsi per abbracciare vecchiette, piangere lacrime di cordoglio, stringere mani, promettere case, indossare caschetti dei Vigili del Fuoco e magliette della Protezione Civile… Ora che sulla città, sulla gestione dei fondi e sulla ricostruzione piove merda a secchi sono spariti tutti: chi non c’era, chi non sapeva nulla, chi non era stato informato, chi era andato un attimo a farsi fare un massaggio…

Ma la merda è più sveglia di loro (non che ci voglia molto…) ed è andata a bussargli a casa: per quanto faranno ancora i vaghi?

2 Risposte to “Buonasera, dottore…”

  1. emma zanninello Says:

    Non serve nessun commento, e’ tutto espresso perfettamente!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: